Viale F. Crispi 142, 36100 Vicenza     formazione@istitutoposter.it

Nuove opportunità di percorsi gratuiti di formazione e consulenze per le aziende

Per sostenere progetti di miglioramento della competitività aziendale la Regione Veneto ha promosso il bando “Per un’impresa organizzata e consapevole – Strumenti per favorire la competitività e la crescita professionale” (DGR 1010/2019).

Cosa finanzia il bando?

Il Bando intende sostenere tutte quelle attività di formazione ed accompagnamento in grado di contribuire all’aumento della competitività aziendale e volte a rendere l’impresa sempre più:

lean, per sviluppare il miglioramento continuo, per mirare all’abbattimento degli sprechi,  per creare processi standardizzati eccellenti;

smart, in ottica di trasformazioni digitali 4.0: automatizzazione, iperconnessione, tecnologia cloud, big data, intelligenza artificiale, cyber security, ecc. ;

organizzata, grazie all’utilizzo di strumenti quali la pianificazione e il controllo di gestione (meccanismo operativo volto ad orientare la gestione aziendale e il controllo di costi e margini attraverso la misurazione di appositi indicatori), il marketing strategico (l’applicazione del metodo scientifico al mondo del marketing che permette di disegnare una strategia aziendale attraverso l’analisi di dati certi e misurabili ottenuti grazie allo studio del mercato e della concorrenza);

globale e competitiva a livello internazionale, attraverso percorsi formativi di orientamento e supporto all’internazionalizzazione e di implementazione di adeguate competenze specialistiche (lingue e fiscalità) per competere sui mercati internazionali;

consapevole, della necessità di rafforzare le competenze trasversali delle proprie risorse umane (capacità di lavorare in gruppo, gestire situazioni complesse, motivare i propri collaboratori, agire con responsabilità e spirito imprenditivo, lavorare per obiettivi personali e di gruppo, ecc.);

responsabile e sostenibile, orientata a considerare il ciclo di vita dei prodotti e la circolarità dell’economia.

Per quali progetti?

I progetti, di durata non superiore a 12 mesi, devono rispondere ai bisogni delle imprese in relazione alle tematiche evidenziate e potranno essere di due tipi:

– Progetti MONOAZIENDALI – presentati dall’azienda stessa o da un organismo di formazione su specifico mandato dalla singola impresa;

– Progetti PLURIAZIENDALI – presentati dagli enti accreditati per la formazione continua e relativi ai fabbisogni di più imprese, appartenenti allo stesso settore o alla stessa filiera.

I progetti pluriaziendali dovranno necessariamente prevedere la presenza di almeno 2 aziende come destinatarie di progetto; in aggiunta alla presenza di minimo 2 aziende, è possibile coinvolgere professionisti con P.IVA (che non contribuiscono a garantire la pluriaziendalità).

Avranno la priorità i progetti che prevedono percorsi interaziendali.

Che tipo di interventi si possono realizzare?

Formazione in aula, anche con metodologie innovative (scambio di esperienze, teatro d’impresa, ecc.).

Formazione fuori dall’aula (16-40 ore), in modalità residenziale o semi-residenziale, per coinvolgere i partecipanti in attività esperienziali finalizzate all’acquisizione/rafforzamento di competenze trasversali (fare squadra, lavorare in gruppo, comunicare e coinvolgere, leadership, ecc.) o di competenze linguistiche.

Consulenze, individuali e/o di gruppo, per sviluppare nuovi prodotti o nuovi modelli di business, per realizzare innovazioni tecnologiche, analisi di mercato, progetti di sviluppo commerciale, ecc.; per migliorare le competenze individuali e manageriali.

Visite di studio/viste aziendali, che permettono un confronto e uno scambio di buone pratiche con realtà di eccellenza sia sul territorio della regione del Veneto oppure presso strutture site in altre regioni italiane o in altri Paesi dell’Unione Europea.

Oltre alla formazione e alla consulenza, ci sono altre forme di sostegno?

Si, le aziende partecipanti possono beneficiare anche di contributi a fondo perduto per spese strettamente funzionali all’attuazione dei progetti (per esempio, acquisizione di banche dati o ricerche di mercato).

Inoltre, le imprese in particolari fasi di transizione e innovazione potranno fare ricorso temporaneo a figure in possesso di specifiche competenze manageriali e/o figure di consulenti esperti che portino all’interno delle aziende il loro bagaglio di conoscenze, esperienza e specializzazione (temporary manager).

L’azienda può partecipare da sola?

Si, solo per i progetti “monoaziendali”. Avranno però la priorità i progetti che prevedono percorsi interaziendali, gestiti da Organismi di Formazione accreditati dalla Regione Veneto per l’ambito della formazione continua.

Quali impegni deve assumersi l’azienda?

I partecipanti devono impegnarsi a frequentare i moduli formativi per almeno il 70% della loro durata.

Quali tempi ci sono?

Primo sportello: presentazione entro il 16 settembre 2019; valutazione entro 16 ottobre 2019 (data indicativa).

Secondo sportello (se fondi ancora disponibili): presentazione entro il 15 ottobre 2019; valutazione entro 15 novembre 2019 (data indicativa).

I progetti approvati vanno avviati entro 30 giorni dalla data di comunicazione del finanziamento e conclusi entro 12 mesi.

La nostra proposta

POSTER è un’Associazione con personalità giuridica riconosciuta dalla Regione Veneto, attiva dal 1985. E’ anche organismo di formazione accreditato dalla Regione Veneto per la formazione continua ed è quindi abilitato a presentare progetti su questo Bando.

Le imprese interessate o i loro consulenti  possono contattarci al più presto e insieme verificheremo la possibilità di predisporre un progetto da presentare su questo Bando.

Clicca qui per scaricare la scheda