We Can Do It! - Donne protagoniste del cambiamento

Progetto finanziato all’interno della DGR 526 del 28/04/2020
La Regione Veneto con Decreto di approvazione n. 741 del 21/09/2020 ha autorizzato il progetto cod. 223-0001-526-2020

Finalità del progetto

Le 21 imprese che partecipano al progetto si propongono di avviare delle azioni concrete atte a valorizzare il contributo delle proprie collaboratrici. Queste aziende intendono sviluppare nuove strategie di riconoscimento e responsabilizzazione del personale femminile, creando ambienti di lavoro che permettano alle donne di esprimere il proprio potenziale professionale. Un primo terreno di sperimentazione riguarda pertanto l'avvio di azioni volte a rendere fruibili nuovi modelli di smart working (o lavoro agile), con un'integrazione di condizioni operative e gestione delle potenzialità che eviti la riproduzione di meccanismi di marginalizzazione. Nei passaggi successivi del percorso formativo l'attenzione riguarderà le strategie di miglioramento organizzativo che possono consentire la crescita e il riconoscimento delle soft skill possedute dalle collaboratrici. Infine, grazie all'acquisizione di competenze per la gestione e la comunicazione del cambiamento in azienda, il progetto accompagnerà le imprese partner in un percorso di progressivo arricchimento delle competenze strategiche, comunicative e digitali delle loro collaboratrici.

L'intervento si inscrive in un percorso che le aziende vogliono intraprendere per rendere fruibili attività da gestire in modalità smart working. Questa prospettiva non va piegata all'adozione di scelte di corto respiro, ma deve collegarsi, piuttosto, ad una strategia che colga in questo passaggio la possibilità di una migliore valorizzazione del potenziale professionale delle donne.

Attività Previste

l progetto agirà su una molteplicità di piani e verranno pertanto attivati quattro dei "percorsi" previsti dalla direttiva.
Valorizzazione dei talenti
Il primo blocco di interventi si propone di fissare le condizioni organizzative che permettono la valorizzazione dei talenti nell'ambito dei nuovi modelli lavorativi del lavoro agile. Questo specifico percorso intende tematizzare il ruolo attribuito in azienda alle donne, favorendo la costruzione di strategie di leadership, avviando modelli di relazione collaborativa, indicando delle prospettive di cambiamento, sia negli scambi interni che nel rapporto con i mercati. I contenuti dei moduli sono finalizzati a garantire dei percorsi di apprendimento in grado di incentivare atteggiamenti e disposizioni volte a rafforzare senso di responsabilità personale e adesione alla collettività di lavoro. Lavoro agile e Smart Working
La seconda tranche di attività formative è a cavallo di due dei percorsi previsti dalla direttiva, quello relativo all'adozione del Lavoro Agile e quello finalizzato, solo per alcune aziende, all'adozione di un nuovo piano – con relativo regolamento aziendale, di Smart Working. Questo blocco di attività si pone l'obiettivo di approfondire le questioni connesse all'evoluzione dei profili professionali delle donne in rapporto alla diffusione delle forme di lavoro agile. Gli ambienti di lavoro innovativi segnalano la centralità di specifiche tecnologie, dette abilitanti, la cui padronanza diventa un vincolo per poter accedere a ruoli significativi nei luoghi di lavoro. Il percorso formativo prevede pertanto un approfondimento delle diverse strumentazioni digitali, con una sperimentazione di tali dispositivi per i diversi tipi di impiego. Le partecipanti potranno quindi sperimentare modelli e approcci di lavoro tipici del lavoro agile, gestendo attività in cloud e acquisendo le basi per la progettazione condivisa, il lavoro a distanza, le forme di cooperazione in ambito virtuale. Questo approccio consente una distinzione tra le forme di smart working personalizzato, centrato sul ruolo di un auto-apprendimento che si adatta al variare delle condizioni operative, e quelle dello smart working "creativo", dove i soggetti operano sia in presenza che a distanza, e possono esplorare nuove soluzioni operative, nuovi significati e nuove relazioni. Alcune aziende, in particolare attraverso l'attività di Action Research sono interessate a rivedere o ad introdurre un nuovo regolamento/piano di sviluppo che disciplini le attività di Smart Working. Per agevolare questo processo per queste aziende il progetto prevede anche il ricorso a spese a valere sul FESR per l'acquisto di attrezzature da dedicare all'implementazione di postazioni di lavoro agile nel domicilio delle lavoratrici.
Digitale
L'ultimo blocco di attività si concentra sulle competenze che rendono meno netto il confine tra il mondo fisico e quello virtuale, disegnando un ambiente di lavoro dove si connettono elementi potenzialmente diversi ed eterogenei. La disposizione a sperimentare esperienze digitali particolarmente coinvolgenti è supportata da tecnologie che producono forme di realtà virtuale, realtà aumentata, formati video e la combinazione di diverse soluzioni digitali. Sono acquisizioni che possono venire utilizzate nella progettazione, nella gestione dei servizi (manutenzione, customer care, ecc.), nelle forme di customer experience, oltre che nelle attività di e-commerce, promozione e marketing.

Dettagli

DGR: 

Progetto finanziato all’interno della DGR 526 del 28/04/2020

IMPORTO FINANZIATO:

193.902 €

DATA AVVIO:

27/11/2020

DATA CONCLUSIONE:

In corso

Dicono di noi

Poster Formazione

Viale F. Crispi 142

36100 Vicenza (VI)

Orari

Lunedì        9.00-13.00 

Martedì      9.00-13.00 e 14.00-15.30

Mercoledì  9.00-13.00

Giovedì      9.00-13.00 e 14.00-15.30

Venerdì     9.00-13.00

Più 

informazioni?

Contattaci, risponderemo a tutte le tue domande!

Dichiaro di avere compiuto sedici anni, e se minore di sedici, di essere stato autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale, pertanto acconsento al trattamento dei miei dati personali così come indicato nella Privacy Policy.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali. Per l’inoltro della newsletter, le comunicazioni via telefono (sms, WhatsApp, telefonata vocale)

© Copyright 2019 Istituto POSTER | P.IVA 01742990243